Crea un account Nostrale Nostrale

Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione l'utente accetta di utilizzare i cookies. Dettagli x

Piace a 9
Condividilo su:  

Vacanza intelligente ad impatto zero.

Quando si arriva in una nuova località ci si orienta, si cerca di capire dove andare la sera, si guardano i monumenti, ci si rilassa e ci si gode il luogo in cui siamo arrivati.
Vivere il luogo, conoscere e portare a casa un ricordo un “souvenire” che può essere materiale oppure che rimane nella nostra memoria.
Potremmo riuscire a portare a casa molto di più. E potremmo realizzare quella che si dice una vacanza che cognuighi i piaceri del gusto e le migliori intenzioni di sostenibilità.


Come?


Poniamo l'ipotesi che la nostra meta sia in Italia.
Una volta arrivati in una cittadina è importante sapere dove e quando fanno il mercato rionale, perchè tra le molte bancarelle alcune avranno frutti locali, di stagione e freschi. Questo serve per regalare al corpo un toccasana di salute e gusto che ci si può permettere in vacanza e difficilmente tutto l'anno. La frutta di stagione infatti è ricca di vitamine e sali minerali diversamente dalla frutta coltivata fuori stagione quindi con metodi di forzatura che ne riducono la qualità organolettica. La qualità si riduce anche con i trasporti di lungo raggio che non permettono di avere un frutto maturato al momento giusto e quindi  presentano una bassa quantità di vitamina c. Al mercatino rionale il 60% della merce venduta subisce un solo passaggio di intermediazione ecco perchè è più facile che sia fresca.

Quindi appena arrivate nella meta prefissata informatevi subito per sapere il giorno in cui viene fatto il mercato rionale!
Un'altra azione che migliora il gusto della vacanza è quella di andare alle sagre di paese, questo è il posto più indicato per trovare prodotti veramente tipici locali. Ed infine il meglio che potete regalarvi è cercare le aziende agricole della zona per regalarvi un menù di ingredienti sani e genuini per la vostra tavola. Una soluzione alternativa che può dare una risposta alla mancanza di spirito di intraprendenza che caratterizza le vacanze di ritiro e massimo relax è quella di andare direttamente a pranzare e cenare in un agriturismo.

Si risparmia e si guadagna in salute. Ed eventualmente potete acquistare dei prodotti che possono accompagnarvi durante il viaggio di ritorno oppure quando possibile, consumare nei giorni successivi al ritorno in città per evitare il famoso effetto di “astinenza da genuinità”.
Per chi invece resta in città per lavoro, d'estate è più facile prendere il vizio di andare a fare la spesa in cascina, sarà come fare una piccola vacanza ogni volta che si ritorna in cascina.

 

 

Fonte:

testi: Davide Ciccarese

Nostrale si riserva il diritto di procedere per vie legali contro i fruitori non autorizzati di questa immagine. L'immagine non può essere utilizzata da terzi per scopi commerciali. Per richiedere l'utilizzo contattare Nostrale all'indirizzo mail.

 

COMMENTI:

Per aggiungere un commento devi essere registrato a Nostrale.it
Se non sei ancora registrato clicca qui oppure accedi