Crea un account Nostrale Nostrale

Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione l'utente accetta di utilizzare i cookies. Dettagli x

Piace a 1
Condividilo su:  

I semi del frigo.

Se dovessimo immaginare il nostro balcone come l'orto dell'autosufficienza allora potremmo pensare di trovare i semi degli ortaggi da se. Come? Prendiamo il caso dei pomodori.
Se si pensa bene i pomodori che arrivano sulla nostra tavola sono esattamente come li vorremmo avere sul nostro balcone. E allora perchè non utilizzare i semi dei pomodori che compriamo al supermercato?

Perfetto se lo avete pensato bisognerà considerare un paio di cose.

Come faccio a dividere i semi, pulirli e piantarli?


Semplice si possono adoperare tanti metodi. Il primo è un metodo di attesa.
Si prendono due o tre pomodori si mettono in vasi vuoti di plastica e si lasciano seccare sul balcone ben esposti al sole.
In questo modo dopo un po' di tempo si saranno seccati e così anche i semi, saranno pronti per essere seminati.
Altrimenti se non volete attendere molto tempo si prendono i pomodori e semplicemente si levano i semi con un cucchiaino. Per separarli meglio e levare la mucillagine che li ricopre che potrebbe tardare o a volte anche inibire il germogliamento del seme, si prendono i semi si mettono in un bicchiere con dell'acqua e si girano con il cucchiaino per qualche minuto, in questo modo semplice e veloce li avrete separati e ripuliti in parte della mucillagine.
Siete pronti per seminarli.

Un dato da sapere è questo, che differenza c'è tra i semi che compriamo dal vivaista e i semi che prendiamo dal frigo?

Quelli del vivaista sono detti F1 ovvero sono i semi ibridi che derivano dall'incrocio dei pomodori con caratteristiche diverse per ottenere il seme migliore in assoluto. Niente di innaturale vengono semplicemente riprodotti i semi per via naturale, selezionando delle piante di pomodoro che presentano un “aspetto” differente che messe insieme danno vita ad una pianta migliore. Questa non è una spiegazione scientifica è una semplificazione per spiegare facilmente qualcosa di molto più complesso.


Mentre i semi che provengono dai pomodori del vostro frigo sono degli F2 ovvero è la generazione successiva alla F1. Sarebbero in parole semplici i figli degli F1. Se si continuasse il processo di semina recupero e nuovamente semina alla n generazione si avrebbe una pianta di pomodoro diversa dalla F1 originaria. Abbiamo dato qualche elemento ma non delle risposte approfondite, sufficienti però per sperimentare i semi dei pomodori che sarebbero finiti nella vostra insalata, invece da oggi potete provare a coltivare.

I semi che vengono dalla nostra dispensa pronti da coltivare sono solitamente: peperoncino (la varietà caienne è molto buona da coltivare), peperoni, fagioli molte varietà diverse, fave, pomodori (i migliori come produttività sono i pachino), semi di zucca (un po' difficile sul balcone), cumino, anice, semi di finocchio e molti specie di frutti differenti (arancie, mele, albicocche, prugne, nespole etc.). A luglio i pomodori è consigliabile farli seccare al sole per prendere i semi per il prossimo anno.
Siete ancora in tempo per i fagioli nani!
Buon divertimento!

 

Fonte:
Testi: Davide Ciccarese
Nostrale si riserva il diritto di procedere per vie legali contro i fruitori non autorizzati di questa immagine. L'immagine non può essere utilizzata da terzi per scopi commerciali. Per richiedere l'utilizzo contattare Nostrale all'indirizzo mail.

COMMENTI:

Per aggiungere un commento devi essere registrato a Nostrale.it
Se non sei ancora registrato clicca qui oppure accedi
, 8:37 am - Oct 4th,2015

, 8:37 am - Oct 4th,2015

, 9:37 am - Nov 11th,2015

, 9:37 am - Nov 11th,2015

, 8:38 pm - Nov 12th,2015

, 8:38 pm - Nov 12th,2015

, 12:34 am - Mar 9th,2016

, 12:34 am - Mar 9th,2016