Crea un account Nostrale Nostrale

Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione l'utente accetta di utilizzare i cookies. Dettagli x

Piace a 1
Condividilo su:  

L'intelligenza delle piante

Da più di 60 anni la scienza sta sviluppando ricerche per capire le relazioni tra le piante. Già nel 1937 il direttore di Fisiologia vegetale dell'Università di Vienna, prof. Hans Molish, scrisse un libro dal titolo Der Einsfluss einer Pflanze auf die andere - Allelopathie introducendo il termine allelolpatia, definendola come l'insieme delle interazioni biochimiche, sia benefiche che dannose, tra tutte le piante, inclusi i microrganismi.

In Russia un altro professore fece una scoperta altrettanto eccezionale, si trattava di B. P. Tokin, dell'Istituto di microbiologia e virologia di Kiev, che scoprì la capacità di alcune piante di controllare i processi vitali di alcune piante o animali nemici. Studiando il rapporto tra le piante scoprì alcune sostanze, in grado di uccidere batteri e funghi, avvelenare insetti e vermi,  oppure stimolare le piante vicine a crescere ancora di più.

Più recentemente un ricercatore Stefano Mancuso, ha iniziato a compiere degli studi per provare la reale intelligenza delle piante, fondando una branca di ricerca detta Neurobiologia delle Piante per esplorare l'organizzazione, il modo con cui i vegetali comunicano e il comportamento delle comunità ecologiche dei vegetali. 

In attesa del giorno in cui comprenderemo il mondo vegetale fino in fondo...

COMMENTI:

Per aggiungere un commento devi essere registrato a Nostrale.it
Se non sei ancora registrato clicca qui oppure accedi